Sira Hernández - Pianista
 
Curriculum
Recensioni
Discografia
Photo Gallery
Video
Programmi
Links
Contatto
 
 
Català
Castellano
English
Italiano
26/5/2017

Benvenuto


 
Albéniz Albéniz prima
classificazione tematica: Musica da camera e da solista strumentale

Albéniz prima di Albeniz
Sira Hernández,
pianoforte.La Mà de Guido LMG 2079 DDD 2007

La squisita pianista Sira Hernández nel 2007 ha registrato una eccellente raccolta di pezzi di Albéniz per piano meno conosciuti. Si tratta di opere composte dopo il 1880 e soprattutto durante il suo soggiorno a Parigi, aprendo la strada  stilisticamente e a zig-zag verso  verso la maturità di Iberia.
Lettura collegata alla scuola di De Larrocha in questo album c'è una vitale interpretazione, con l'autenticità di chi sa come catturare le espressioni idiomatiche di pezzi romantici e da  salone in cui i riferimenti al folklore sono secondari o assenti. Questo è il caso delle quattro miniature  Les  saisons.La eccezione la segna il dittico Espagne souvenirs raccolti qui perchè sono un chiaro antecedente  di Iberia con il quale condivide lo spirito e la tecnica. La diteggiatura di Sira Hernández rialza lo spartito con una combinazione di flessibilità ritmica e il calore espressivo in una esecuzione  profonda e intellettuale ed emotiva, in concreto e l'astratto. La sua ricchezza di sfumature punta a un grande pianista, purtroppo, poco conosciuta. Non è, dunque, un disco che mostri il virtuosismo Albéniz, colorista e impressionista. Qui siamo più vicini ad un pre-Mompou, o anche un Severac, che Liszt: lo ratifica il brano poetico l'Automne, essenzialista, e  Rèves (i sogni), che è una raccolta di tre pezzi a cavallo tra la ninna nanna, l'scherzo e il contrasto di una ulteriore espressività.


Albert Ferrer e Flamarich
Catclassic - Albert Ferrer i Flamarich
 
Sira Hernández

Nuovo Album


XII Sonates del Pare Antoni Soler